Disturbi d'ansia:

L'ansia è il risultato di un conflitto che si viene a creare tra la mente emozionale e la mente razionale che non trovano più un equilibrio in cui convivere. Il rapporto tra razionale ed emozionale nel controllo della mente varia lungo un gradiente continuo; quanto più intenso è il sentimento, tanto più dominante è la mente emozionale e più inefficace è quella razionale.


Questo meccanismo è atavico ed affonda le proprie radici in un periodo in cui l'uomo trovandosi di fronte al pericolo non poteva indugiare sul pensare ma aveva la necessità di passare immediatamente ed intuitivamente all'azione per mettersi in salvo. Di solito c'è un equilibrio tra mente razionale ed emozionale: l'emozione alimenta ed informa le operazioni della mente razionale, mentre questa rifinisce e a volte oppone il veto agli input delle emozioni.


Tuttavia, la mente razionale ed emozionale sono semindipendenti: ciascuna, infatti, riflette il funzionamento di circuiti cerebrali distinti sebbene interconnessi. Quando uno dei due aspetti mentali prevale sull'altro subentra l'ansia, che può manifestarsi in vari modi: attacchi di panico, disturbi ossessivi – compulsivi, fobia etc.

Dott.ssa

Maria DE SALVO

Biologa - Arteterapeuta esperta in Biosonorità

Dott.ssa

Giusy CIATTO

Psicologa - Psicoterapeuta