Disturbi Psicosomatici:

I disturbi psicosomatici sono espressione di disturbi profondi legati alla sfera emotiva -affettiva per cui il corpo diventa un mezzo attraverso cui esprimere un disagio, spesso assumono carattere di cronicità o di ricomparsa “casuale”. I disturbi psicosomatici sono il tentativo estremo di una persona di dare voce alle emozioni bloccate che non vengono neanche riconosciute e denominate.


Non tutte le persone a cui viene chiesto che cosa provano dal punto di vista emotivo, infatti, riescono a rispondere, è come se soffrissero di una incapacità verbale espressiva selettiva, se poi si vengono a creare degli ingorghi emotivi la somatizzazione diventa il canale privilegiato di espressione.


Il sintomo è fornito dalla mente inconscia per evitare il dolore, la paura ed il senso di colpa. Nei primi stadi il sintomo ha una funzione di compensazione della capacità di affrontare le cose in modo diverso. In seguito si sviluppa un'abitudine che incorpora il sintomo, e, anche quando la “zona pericolo” è passata da anni, la forza dell'abitudine perpetua il sintomo. Chi somatizza ha già compiuto una scelta inconsapevole e utilizza la malattia come codice espressivo.

Dott.ssa

Maria DE SALVO

Biologa - Arteterapeuta esperta in Biosonorità

Dott.ssa

Giusy CIATTO

Psicologa - Psicoterapeuta